Ikebana

Kado: la Via dei Fiori

L’arte dell’Ikebana originariamente chiamata Kado, che significa “Via dei Fiori”, é una Via di coltivazione si sè attraverso la dimensione estetica.  Essa non si limita alla sola realizzazione di una composizione floreale ma aiuta a creare uno stato di calma e di serenità, a ritrovare le proprie qualità e valori umani.

​Corso di ikebana 2023-24



3 cicli indipendenti di 8 lezioni

 durata 2 ore a lezione

Il corso prevede una lezione alla settimana



PRIMO CICLO ottobre- dicembre = iscrizioni chiuse =

gruppi del mercoledi: 18,25 ottobre – 8,15,22,29 novembre – 13,20 dicembre

gruppi del giovedi: 19,26 ottobre – 9,16,23,30 novembre –  14,21 dicembre


SECONDO CICLO gennaio-febbraio = iscrizioni chiuse =

gruppi del mercoledi:10,17,24,31 gennaio 7,14,21,28 febbraio

gruppi del giovedi:11,18,25 gennaio 1°febbraio 8,15,22,29 febbraio


TERZO CICLO marzo-maggio = iscrizioni dal… =

Gruppo mercoledì ore 15,30      –      Gruppo mercoledì ore 18.30

inizio : 13 marzo 2024

13,20 marzo 3,10,17 aprile 8,15,22 maggio


Gruppo giovedì ore 10,00   –   Gruppo giovedì ore 15,30  –  Gruppo giovedì ore 18.30

inizio : 14 marzo 2024

14,21 marzo 4,11,18 aprile 9,16,23 maggio


*MASSIMO 15 partecipanti PER GRUPPO*

PER INFO E PRE-ISCRIZIONI : 

Maria Derossi

tel. 333.5429426

 mariade0310@centrodiculturagiapponese.org


ISCRIZIONI 2° ciclo – dal 6 gennaio 2024

>modulo di iscrizione online ( riservato ai soci )<

Il Centro è una associazione culturale senza scopo di lucro.

Per accedere ai corsi e attività è necessario essere soci.

Domanda di ammissione



Video: Ikebana, la Via dei Fiori



       Sull’acqua del vaso,

i pochi materiali e i piccoli rami, esprimono un paesaggio bellissimo e illimitato.

L’immagine di una montagna, di un bosco, di un lago.

E questa vista, è come il paese di Dio:

uno spazio infinito, in un tempo eterno.

Se ascoltiamo bene,

da ogni elemento ci giunge come il suono di una musica.

Una grande rappresentazione, come un teatro, si svolge di minuto in minuto

attraverso i mille cambiamenti delle figure.

Si avverte,

il paesaggio delle nuvole sulle montagne, il suono del vento nel bosco, il profumo dei fiori nei campi.

Le foglie che cadono e i fiori che appassiscono ci esprimono il sentimento di mujō,

che nulla permane immutabile.

Ma il colore sempre verde del pino d’inverno, ci richiama alla verità eterna che mai muta.

Soltanto colui che non ha orecchi per sentire i rumori del mondo,

può intendere i messaggi della Natura

e ricreare nella composizione uno spazio cosmico simbolico.

(il monaco Ikenobo, sec XXVII)


Seminario di ikebana 2023 – Gazzada Schianno (VA) Villa Cagnola



Seminario di ikebana 2019 – Esino Lario (LC) 


Seguiteci su :

facebook

Instagram